Quello che cambia

Imparare a non catturare le farfalle…

Oggi, mentre ero in terrazzo a trafficare con le piante, una farfallina bianca mi è passata davanti, a pochi centimetri dal viso.

L’impulso è stato quello di afferrarla, fortunatamente non l’ho fatto, ma il pensiero è andato a quando ero piccolina, a quando catturare farfalle era una cosa normale, per prendere la loro magica polverina dalle ali e magari volare.- Peraltro, non ho più visto retini per farfalle, evidentemente i bambini di oggi le catturano con un’app-.

Ovviamente neanche rubando la polverina a tutte le farfalle della terra un essere umano potrebbe volare. L’unico risultato apprezzabile è la morte della farfalla, o meglio della riduzione della farfalla alla schiavitù, all’impossibilità di spostarsi come sarebbe proprio della sua natura, alla mortificazione del suo Incanto.

Questa piccola morte scampata, mi ha fatto pensare che forse crescere è smettere di voler catturare le farfalle, smettere di volerle possedere, per imparare a cogliere la bellezza nella loro libertà, nella semplice osservazione del loro essere.

Ho parlato a lungo, in questi due ultimi mesi, con il mio amico A (o Bi, dipende se lo chiamo per nome o per soprannome) di Libertà, Amore e Dipendenza. Lui mi ha regalato un modo diverso di vedere il rapporto con gli altri, con l’Altro, con la gelosia e la possessione e, forse, ora, è lui che devo ringraziare se penso alle relazioni come a un Incontro, in cui non vanno portate le proprie paure, la propria necessità di possesso, la propria ansia di controllo, ma la voglia di osservare e comprendere qualcosa di diverso e meraviglioso, per creare un insieme di Libertà che si rispettino.

Chissà se sarà veramente questa la mia strada… intanto mi godo lo spettacolo dei colori e del volo delle “mie” farfalle e non penso più a catturarle.

de maio

Gentle Soul- Benedetto Demaio

 

 

Annunci
Standard